Rassegna stampa

Articolo su “La Voce di Romagna” del 5.4.2014

yonghon-la-voce-articolo

Inizia bene la stagione per gli atleti della società di Verucchio. Pioggia di medaglie per lo Yonghon: ben 6 ori portati a casa con “lealtà e coraggio”.

Pioggia di medaglie per il Taekwondo “Yonghon”: ori, argenti, bronzi sono andati a dare ulteriore lustro alla già ricca bacheca societaria e hanno allietato ancora di più un weekend nelle campagne modenesi già piacevole di suo perché pervaso dello “spirito Yonghon”.
Sotto la sapiente guida dei maestri Roberto Boghi, Matteo Semproli e Giacomo Muccioli infatti, l’allegra brigata degli atleti Yonghon, accompagnata da genitori, parenti e amici ha di nuovo portato in giro lo stile che li contraddistingue da sempre nell’affrontare la competizione sportiva: lealta’, rispetto e coraggio.
E come sempre lo stile ha pagato: tante vittorie e tante soddisfazioni. Ma anche a chi è capitato di non riuscire a primeggiare, come il piccolo Elia Fucci, uscito a testa alta tra gli applausi degli amici come degli avversari dopo aver sfiorato il podio mancandolo per un’inezia, resta la certezza di non esser da meno degli altri e l’orgoglio di aver sempre dato il massimo.
Anche stavolta gli atleti Yonghon, dai più piccoli (ma già determinati) ai più grandi hanno messo in pratica l’arte appresa durante quegli allenamenti che non sono soltanto propedeutici all’agonismo ma sono una vera e propria scuola di crescita interiore grazie alla quale l’aspetto agonistico viene ancor più esaltato, come i tanti successi dimostrano.
Francesco Dettori (oro) ed Erik Ciavattini (bronzo) fra i Senior, Alessia Fiorini (oro), Giulio Alberici (oro), Federico Peluso (oro), Luigi Ferella (argento), Rebecca Pizzi (argento) e Greta Mussoni (argento) fra i CadettiA, Giacomo Mussoni (oro), Tommaso Mussoni (oro), Tommaso Bettini (bronzo) e Mattia Onofri (bronzo) fra i CadettiB hanno vinto, hanno trascorso un bel weekend, hanno raggiunto un altro prestigioso traguardo personale e lo hanno fatto raggiungere al gruppo; ma chi li conosce, e noi li conosciamo bene, sa già che scalpitano in attesa delle prossime gare per superare altri traguardi e per vivere un’altra intensa ed emozionante giornata “in stile Yonghon”.

Marco Pizzi

Close