Gara

Attività ludica ed avviamento all’agonismo intersociale

Anche oggi lo spirito Yonghon ha soffiato forte in Romagna.

A Riccione, durante l’evento “gara-gioco-allenamento”, organizzato dall’associazione tkd locale, i nostri atleti hanno tirato fuori le loro armi migliori: tenacia, volontà e competenza.

Arianna B., Arianna M., Irene F., Giuditta c., Nicole B., Michele R. e Luca F., hanno raggiunto la finale a 8 nella gara di forme e lasciato solo il quarto posto alle altre palestre. Tommaso B., Diego G., Alessandro R. ed Elia F., si sono fermati in semifinale, ma solo perché si sono scontrati con le “colleghe” Yonghon.

Anche Camilla S., ha vinto la gara di forme nella sua categoria seguita da Federico L. (terzo), e dagli altri atleti Yonghon Michele M., Leonardo B. ed Alessandro M.

Il combattimento non prevedeva vere e proprie gare ma singoli incontri. Anche qua abbiamo avuto belle sorprese e scoperto potenzialità che certamente verranno sfruttate in palestra in vista di futuri eventi.

Tutti hanno dato il massimo: Vittorie per Massimiliano B., Luca B., Simone L., Diego G., Elia F., Tommaso B., Michele R., Rebecca A., Leonardo B.. Anche chi non ha vinto, non ha certo ceduto facilmente, perdendo solo al Golden Point (Noemi F.) o per un punto di differenza (Nicholas M., Maya F., Arianna B. e Giada B.)

Giudizio più che positivo per le mostre “cinture bianche” che hanno accettato la sfida dopo due soli mesi di insegnamento/allenamento, ma che hanno mostrato la stessa grinta dei “veterani”!

Un ringraziamento particolare va ai coach della giornata: Francesco, Eric, Mattia e Sofia, che si sono guadagnati la fiducia e la stima dei genitori:

“Dei grandi, avevano mille occhi ed attenzione per tutti gli atleti; li hanno motivati e fatti sentire forti ed importanti!”
Serena, mamma di Giada ed Arianna

“Come sempre ho assaporato l’unione tra atleti, i ragazzi si rispettano e si apprezzano l’un l’altro, si emozionano sia quando gareggiano sia quando tifano per il compagno impegnato al momento. Io credo che se si continua così Yonghon andrà in alto: siamo come in famiglia e questo è la cosa piu bella, nonostante la confusione ovunque si volgesse lo sguardo nella palestra si trovavano i volti di riferimento: Angela, Catia, Ciccio, Francy, Erik, Sofia… fantastici, sì sono fiera di voi tutti.”
Federica, mamma di Arianna

Close